PSORIASI

PSORIASI "la psoriasi è la manifestazione esteriore dello sforzo dell'organismo per rigettare tossine interne . Il grande errore dei medici è quello di trattare il corpo come separato dall'anima " (Platone "Phoedrus"). Occorre pulire prima la casa (depuriamo la pelle) se vogliamo ritinteggiarla (se vogliamo di nuovo un aspetto sano).
Il termine "Psoriasi" deriva da PSORA = PRURITO, anche se non sempre il prurito si accompagna a questa patologia. (il prurito, invece accompagna sempre l'eczema).
La psoriasi è il primo segno che la persona non è in stato di salute. La psoriasi è una malattia della pelle che già era nota ai tempi degli antichi egizi, i quali ne davano una descrizione della sintomatologia simile all'attuale, è una malattia della pelle non infettiva, ha un andamento ciclico, con periodi di riacutizzazione ed altri di remissione. E' caratterizzata da placche di cute secca  che a volte sono puriginose, queste placche possono variare da uno spessore di pochi millimetri a svariati centimetri, con SQUAME di colore BIANCO ARGENTEO, che si staccano facilmente e sotto appare la pelle di un colore rosso vivo In genere compare su entrambi i gomiti, su entrambe le ginocchia, sulla zona lombare, sulla zona sacrale, sul cuoio capelluto, sui bordi delle unghie, sui palmi delle mani, sulle piante dei piedi. Si manifesta in forma acuta durante l'INVERNO, perché il clima freddo accentua le manifestazioni della psoriasi, mentre in ESTATE, si assiste ad una regressione della sintomatologia, anche per la positiva esposizione al sole, per il fatto che l'organismo accentua una favorevole trasformazione metabolica della vitamina D e perché l'animo è più tranquillo e rilassato.

PELLE La pelle, ha una dimensione di 5 metri quadrati ed è composta da 2 milioni di ghiandole sudoripare, che estraggono sale e scorie dal sangue, ha essenzialmente il compito di proteggerci dalle influenze esterne, la pelle ci avverte dei cambiamenti della temperatura esterna ed interna, ed ha un ruolo importante nel nostro sistema immunitario, quando ce ne prendiamo cura ci rende un aspetto gradevole abbellendo la nostra immagine.La pelle è sempre in un continuo rinnovarsi, anche se normalmente noi non ce ne accorgiamo, le cellule si rinnovano costantemente, normalmente le cellule della pelle si rinnovano all' incirca una volta al mese (più o meno ogni 28 giorni), ma nello stato di psoriasi, il processo viene accelerato e le cellule della pelle tendono a rinnovarsi ogni 3-4 giorni.

GLI STRATI DELLA PELLE La pelle ha vari strati da quello più esterno abbiamo l'EPIDERMIDE, peli, STRATO CORNEO, strato GERMINATIVO, DERMA, all'interno di questi strati si trovano le ghiandole sebacee, le ghiandole sudorifere, i bulbi piliferi, le fasce muscolari pilifere, i tessuti adiposi e sub-cutanei.
Il DERMA (lo strato più profondo) contiene vene e capillari, nervi e ghiandole, e partecipa alla formazione delle nuove cellule, l'EPIDERMIDE (lo strato più superficiale) è più duro rispetto al derma e meno delicato, e serve da struttura protettiva del derma.
In uno stato normale di salute, le nuove cellule epiteliali si formano nel derma, e tendono a migrare verso l'esterno per formare i diversi strati dell'epidermide, occorrono 2 settimane per spostarsi dal derma all'epidermide e 2 settimane affinchè le cellule dell'epidermide muoiano e si stacchino e contemporaneamente si insedino le nuove cellule affinchè sostituiscano le vecchie. Ma nella Psoriasi questo processo è alterato, il derma produce le nuove cellule ad un ritmo allarmante, (da 3 a 4 giorni anzichè 28), lo strato esterno si infiamma, diventa rosso, diventa particolarmente sensibile, tende a sollevarsi ed a squamarsi (l'area specifica coinvolta da questo anomalo processo può sollevarsi anche di 3 volte rispetto al suo spessore normale) Naturalmente data questa accelerazione queste cellule non hanno avuto il tempo di formarsi adeguatamente e sono quindi immature e di conseguenza sono alterate anche le funzioni normali di protezione, rendendo la persona più sensibile agli agenti sia interni che esterni. Ogni mese si forma una nuova pelle.

COLON  "non avere problemi di salute significa evacuare almeno 1-2 volte al giorno", il blocco anche parziale del colon è nocivo al benessere, ed è spesso una delle cause delle malattie sistemiche come la Psoriasi, l'artrite reumatoide, l'eczema, la sclerodermia, il lupus eritematoso. Qualsiasi cura va orientata in primo luogo alla PULIZIA INTERNA, la guarigione si ottiene non nel cercare di "distruggere" il nemico, ma nel fortificare l'organismo, attraverso l'eliminazione regolare e giornaliera di scorie e tossine.

INTESTINO CRASSO COLON, è formato da colon ascendente, traverso, iliaco discendente, sigmoide (sigma) e inferiore mesenterico. Un malfunzionamento del colon può dipendere da formazioni tumorali, strozzamenti, oppure può essere eccessivamente allungato rispetto ai normali 7 metri (colon esuberante), oppure la sua collocazione nella cavità addominale potrebbe essere anormale e provocare una torsione irregolare o una piega che rallenta il normale passaggio della massa fecale. Si può avere un colon con sigmoide gonfiato, diverticoliti, colon con spasmo, prolasso del colon, e prolasso con pressione sugli organi sottostanti, i motivi sul malfunzionamento del colon non sono imputabili solo ad una dieta non adeguata, o solo alla stitichezza, ma anche ad anomalie organiche (che però sono una minoranza). Nella psoriasi i problemi legati al colon sono una delle maggiori cause dello scatenarsi della patologia: L'alimentazione adeguata è essenziale nella Psoriasi, nel ripristino corretto delle funzioni del colon, alla normalizzazione del transito intestinale (stipsi).

RENI Nella eliminazione delle tossine, oltre al fegato e al'intestino, anche i Reni, hanno un ruolo importante: Sotto forma di urina, la vescica giornalmente elimina le impurità dal sangue. I reni filtrano il sangue due volte ogni ora. Le vitamine, gli aminoacidi, il glucosio, gli ormoni, ritornano nella circolazione sanguigna dopo che gli eccessi sono stati espulsi dalle urine. Il prodotto finale delle proteine è l'urea, è di importanza vitale che i reni mantengano i livelli di urea in equilibrio, se è in difetto, significa che il fegato non funziona correttamente , se è in eccesso significa che si è in presenza di una intossicazione, pericolosa all'organismo: i reni sono fondamentali alla produzione dei globuli rossi e dell'equilibrio acido-alcalino. Per mantenere sani i reni, occorre bere giornalmente una adeguata quantità di acqua, dai 6 agli 8 bicchieri al giorno, (volendo con aggiunta di succo di limone o di lime, per facilitare l'alcalinizzazione). La dialisi che viene effettuata in pazienti con gravi insufficienze renali, spesso porta alla guarigione della psoriasi se c'era anche la concomitante presenza di questa patologia (tenere presente che la Dialisi va effettuata solo da un presidio medico ed ospedaliero e solo nei casi gravi e come ultima ratio).

POLMONI Anche i Polmoni hanno una parte importante nella eliminazione delle tossine. Il processo avviene nel prendere aria dall'ambiente esterno, ossigenare il sangue con aria pura, togliere i veleni gassosi, in particolare l'anidride carbonica dal corpo. La purificazione dei polmoni è uno dei passi per curare la psoriasi.

FEGATO Se il fegato non funziona correttamente, vi è un accumulo di tossine. Il fegato è responsabile di oltre 500 attività separate, è una delle maggiori ghiandole filtro del corpo, possiede all'incirca 300 miliardi di cellule che filtrano circa un litro e mezzo di sangue al minuto quando siamo in condizione di riposo. Ha poteri rigenerativi, infatti se si asporta una parte di fegato, le sue cellule continuano non solo a funzionare ma anche si possono ricostituirsi interamente. Eccessi di liquidi e di alimenti possono compromettere la sia funzionalità. Quando ci sono problemi è bene massaggiare esternamente il fegato con una mistura a base di Olio d'oliva ed olio di arachidi, oppure fare applicazioni di impacchi di olio di ricino caldo e coprire l'area con un panno in flanella bianca e poi coprire con un pezzo di plastica, mettere sull'intero impacco un cuscinetto termico a temperatura media per 2 ore.

TOSSINE La Tossina è una sostanza nociva che deriva sia da cellule animali che vegetali: o è prodotta dalle cellule dell'organismo o dalla crescita di microrganismi che causano infezioni, quando le tossine invadono la circolazione sanguigna si parla di tossiemia, che abbassa i meccanismi di difesa dell'organismo, ed i sintomi sono stanchezza, senso generale di malessere, mancanza di energia, alitosi, spesso alla tossiemia si accompagna la stitichezza, con relativo maggior accumulo di sostanze tossiche nelle pareti dell'intestino. Questa condizione si evidenzia anche sulla pelle.E' essenziale che gli elementi tossici vengano espulsi nelle 24-36 ore. E' necessario disintossicarsi non solo dalle tossine fisiche ma anche da quelle mentali.(l'odio sviluppa problemi allo stomaco, rabbia e gelosia causano disordini all'apparato digerente ed al cuore) Sarebbe bene evitare di coinvolgersi in situazioni e persone negative, deprimenti.. Una situazione gioiosa, solare, un viso sorridente, aiuta noi stessi e gli altri.

TIPI DI PSORIASI
Si ha PSORIASI COMUNE, del tipo a "placche", come delle placche incollate alla pelle.
Si ha PSORIASI GUTTATA, dove le lesioni sembrano delle piccole pustole, alle volte l'origine può essere una gola affetta da infezione streptococcica acuta.
Si ha PSORIASI FLESSURALE, si sviluppa nelle ascelle, nelle pieghe del sene, dello scroto, del pube, nell'area genitale. L'area appare infetta, infiammata, ma senza squame, per effetto della normale lubrificazione di queste zone.
Si ha PSORIASI GENERALIZZATA ERITRODERMICA, in genere colpisce aree molto estese, la superficie appare ROSSA (eritro=rosso), e spesso compare anche il prurito.
Si ha PSORIASI ESFOLIANTE, ERITRODERMA ESFOLIATIVO, quando l'intera superficie cutanea appare eritematosa, ricoperta da piccole squame di colore simile alla cera che si staccano con estrema facilità. E' la forma più devastante, perchè ne viene coinvolta tutta la pelle, può essere una conseguenza della psoriasi guttata acuta.
Si ha PSORIASI PUSTOLOSA, conosciuta come MALATTIA di VON ZUMBUSCH, quando nelle zone interessate si formano delle pustole, può essere generalizzata o circoscritta alle zone dei palmi delle mani o delle piante dei piedi, questa forma particolare è spesso accompagnata da febbre con compromissione del generale stato di salute. Si forma del pus sulle lesioni, che indicano una infiltrazione di globuli bianchi, è la forma più rara e può essere accompagnata da febbre e debilitazione generale.
Si ha PSORIASI ROSSA quando è caratterizzata da chiazze purpuree, circoscritte, con uno strato di squame e un altro strato di pelle spessa come cuoio, con la presenza di fenditure che verso sera si fanno più profonde spaccandosi e procurando alla persona un forte dolore, al quale si aggiunge un fastidioso prurito che si aggrava con la tensione nervosa. Dalla pelle ogni giorno si staccano numerose squame che ad ogni movimento si riversano a terra a mo di pioggia Questo tipo di patologia può essere di natura genetica, con un andamento cronico imprevedibile.
Si ha ARTRITE PSORIASICA, malattia erosiva delle giunture, si ha quando talvolta la psoriasi si estende anche alle articolazioni, ha un carattere grave e debilitante, è una artrite di tipo infiammatorio, che colpisce mani e piedi bilateralmente, più raro è l'interessamento articolare della regione sacrale. E' spesso accompagnata da demineralizzazione delle ossa, anche se si somiglia non è artrite reumatoide, in quanto dalle indagini del sangue c'è assenza del fattore reumatoide. Viene classificata come una entità a se.

CAUSE FISICHE PSORIASI La psoriasi è una dermatosi della quale non si conoscono esattamente le cause, sembra possa essere di tipo ereditario legata al cromosoma 6, un'altra delle cause più comune sembra essere lo stress, le infezioni, o un trauma non elaborato, o una alimentazione non equilibrata. Spesso si evidenzia in un malato di psoriasi uno scarso apporto vitaminico, minerale e lipidico. Anche una esposizione eccessiva ai raggi del sole potrebbe essere una tra le cause della psoriasi. Tra le cause della psoriasi, sembra esserci una aumentata proliferazione delle cellule epidermiche, di solito nel 30% dei casi si manifesta in membri della stessa famiglia. Il difetto cellulare alla base della psoriasi, consiste nel fatto che mentre aumenta di circa dieci volte la produzione di nuove cellule cutanee, la eliminazione di quelle vecchie rimane inalterata. Forse la psoriasi insorge quando l'organismo è intossicato, o forse è causata dalla crescita di un microorganismo, oppure dalla Candida Albicans, oppure dovuta a disturbi digestivi che provocano intossicazione oppure è causata da scarsa disintossicazione delle tossine a livello epatico. Oppure può essere dovuta ad una errata utilizzazione dei grassi da parte dell'organismo. La psoriasi può essere dovuta ad un eccessivo consumo di carne, e di proteine animali che sovraccaricano i reni, i quali non possono svolgere la loro normale funzione di espulsione delle tossine ed allora è alla pelle che tocca svolgere questo compito di disintossicazione, anche un consumo eccessivo di zucchero induce eruzioni cutanee. Spesso una cura che ripristini il buon funzionamento renale ed epatica comporta una regressione della malattia. Da tenere presente che tra le cause fisiche della psoriasi c'è uno scorretto allineamento della colonna vertebrale.

ESSENZIALMENTE LE CAUSE DELLA PSORIASI SONO : Una manifestazione del corpo, nel tentativo di eliminare all'esterno le tossine che si infiltrano attraverso le pareti assottigliate dell'intestino e che si accumulano all'interno del sistema linfatico e della circolazione sanguigna, E' caratterizzata da lesioni infiammate con squame argentee che si formano perchè il processo di rinnovamento epiteliale avviene in 3-4 giorni anzichè in 28 giorni. Si può sanare questa condizione intervenendo sulla riparazione delle pareti intestinali attraverso l'alimentazione sana e le terapie naturali, le quali normalizzano i processi di depurazione e disintossicazione dell'organismo e prevengono successivi accumuli di tossine. (è possibile che all'inizio della terapia ci sia un aggravamento della malattia, ma questo è solo un segnale che il corpo si sta purificando buttando via tutte le tossine acculate).

CAUSE INTERNE DELLA PSORIASI l'origine della psoriasi sembra essere essenzialmente nel TRATTO INTESTINALE , all'altezza dove il duodeno incontra il digiuno, in questo punto spesso le persone affette da psoriasi presentano pareti lisce e sottili, agevolando il passaggio delle tossine.(batteri, miceti, parassiti, proteine non digerite, grassi, scorie) In condizione di salute queste sostanze non passano, ma in una condizione di intestino danneggiato tenderanno a "trasudare" nel flusso ematico. Quando le pareti dell'intestino diventano sottili e porose, le sostanze tossiche invece di passare per essere eliminate, filtrano attraverso le pareti dell'intestino e da qui passano al sistema linfatico ed invadono il flusso sanguigno. Il Fegato ed i reni tentano di filtrare queste tossine dal sangue, ma il carico è troppo importante ed allora come supporto alla depurazione intervengono la pelle e successivamente i polmoni. Per poter ovviare con successo a questa patologia è essenziale eliminare l'ingestione di sostanze inquinanti e di rafforzare la porosità delle pareti intestinali.

PERCHE' LE PARETI INTESTINALI SI ASSOTTIGLIANO ? Per mancanza di eliminazione idonea delle tossine da parte dei sistemi emuntori di eliminazione. Le cause sono : scarsa alimentazione, dieta non sana e bilanciata (con conseguente accumulo di acidi nel sangue), vertebre non allineate, insufficiente apporto di acqua, pensieri ed emozioni disarmonici e negativi, fattori ereditari, tendenza del flusso sanguigno alla acidità piuttosto che alla alcalinità.  E' essenziale quindi, identificare quali sono i cibi che provocano una reazione tossica iper-acida nel corpo e procedere di conseguenza dall'interno Vanno bene le terapie esterne a base di creme, raggi ultravioletti, ma nella migliore delle ipotesi sono solo dei palliativi se non si agisce dall'interno. E' proprio un intestino danneggiato una della cause delle cosi dette MALATTIE AUTOIMMUNI, le quali per poter guarire dipendono dalla guarigione del tratto gastrointestinale, in questa categoria rientrano le malattie come il Lupus, l'Artrite reumatoide, la Sclerosi Multipla, la Fibromialgia, la sindrome da affaticamento cronico, la vitiligine, il morbo di Crohn, la colite ulcerosa, il diabete. Quando le pareti intestinali non sono sane, si è più suscettibili alla invasione di virus, batteri, parassiti, candida e lieviti. Un'altra delle causa di questa eccessiva permeabilità intestinale è da ricercarsi anche nell'uso sconsiderato di antibiotici, di alcol, di caffeina, alimenti e bevande contaminati da sostanze chimiche, muffe, parassiti, da cibi raffinati e fermentati, da ormoni di sintesi, eccessivo consumo di zuccheri e farine bianche, dalla stitichezza cronica, dal consumo eccessivo di grassi saturi, dal consumo di solanacee come pomodori, peperoni, patate, melanzane, tabacco, peperoncino.

CAUSE PSICOLOGICHE DELLA PSORIASI La pelle è il nostro limite e la nostra protezione verso il mondo esterno, ed è anche il nostro mezzo di comunicazione, quando non riusciamo a metabolizzare le nostre problematiche più profonde , la pelle esprime all'esterno la nostra conflittualità, la iperproduzione di squame è come un tentativo di iperproteggersi dalle aggressioni esterne, formando una sorta di corazza, ed il rossore sottostante, evidenzia una aggressività (HOLLY come fiore di Bach) ed una emozionalità non espressa , il prurito ed il bruciore sono la manifestazione della rabbia. La ciclicità della malattia indica una incapacità a cambiare pelle ad adattarsi ai mutamenti ciclici della vita, una difficoltà a rinnovarsi. Anche le emozioni negative possono acuire lo stato della psoriasi, emozioni come la PAURA, l'ANSIA, la DEPRESSIONE.
SINTOMATOLOGIA PSORIASI squamosità - prurito - sanguinamento
La psoriasi si presenta in genere con un esantema puntinato rosso, il quale produce una zona di pelle pruriginosa, dall'aspetto argenteo e squamato la parte più esterna tende a desquamarsi costantemente, mentre la parte sottostante rimane salda, spesso nel punto in cui si verifica questa patologia oltre al prurito si può anche avere dolore, la pelle può spaccarsi e sanguinare, oppure dalle chiazze può fuoriuscire essudazione di acqua e sangue che produce una sensazione di bruciore.

ALCUNE PRECAUZIONI IN PRESENZA DI PSORIASI : E' utile fare uso di umidificatori, specialmente nei periodi e nei mesi secchi, il freddo riduce la sensazione di prurito. Bagni in acqua calda possono ridurre le desquamazioni, mentre gli oli le polveri ed i sali da bagno favoriscono l'ammorbidimento delle squame. Prima di applicare qualsiasi medicamento lavare delicatamente le squame, ammorbiditele, toglietele delicatamente, perché potrebbero ostacolare la penetrazione del farmaco, dopo averlo applicato mettere una crema idratante. Ricordarsi che è essenziale non esporre la zona colpita alla luce solare, per proteggere le zone colpite dalla malattia è bene mettere una buona crema solare. Evitare anche il contato con saponi troppo aggressivi che potrebbero aggravare la malattia, non tentare mai di tirare via la pelle sfilacciata. Evitare di indossare abiti in tessuto sintetico, e di lana, preferire a contatto con la pelle il cotone, evitare abiti troppo stretti e fascianti, che impediscono la naturale traspirazione della pelle, attenzione ai deodoranti perché potrebbero contenere delle sostanze irritanti, evitare l'uso di acetone per le manicure, attenzione alle scarpe strette,attenzione a non grattarsi perché le unghie possono essere sporche e provocare infezioni Evitare di lavarsi troppo, è sufficiente una doccia al giorno, o un bagno con acqua tiepida

PSORIASI UNA TERAPIA NATURALE  Si basa essenzialmente sulla eliminazione dei veleni che si sono accumulati nell'organismo, e sulla prevenzione di ulteriore immissione di tossine. Non si può dire a priori in quanto tempo l'organismo si disintossica, perchè ogni persona ha un suo particolare bioritmo.  Essenzialmente occorre una pulizia interna, una dieta disintossicante ma nutriente, dei Tè alle erbe, il riallineamento della colonna vertebrale, applicazioni esterne, pensieri positivi (perchè anche i pensieri negativi sono tossine per il nostro sistema mente-corpo-spirito). Poichè gli organi sono interdipendenti, avvantaggiare un sistema, in questo caso quello cutaneo (pelle), avvantaggia anche gli altri. (e di contro svantaggiare un sistema danneggia anche gli altri). Lo stato di salute dipende da un giusto equilibrio corpo-mente-spirito. Una terapia naturale ed olistica mira al riequilibrio totale della persona, e ad attivare quelle forze che aiutino il corpo a curarsi da solo. La disintossicazione dovrà essere l'approccio fondamentale. Per prima cosa vanno liberati dalle tossine gli intestini ed i reni, per far si che anche la pressione esercitata sul fegato ed i dotti biliari diminuisca, in modo che le scorie vengano più facilmente eliminate e vengano purificati sia il sangue che la linfa, e successivamente la pelle ed i polmoni. C'è da tenere presente che una stipsi cronica ed una alimentazione inadeguata sono tra le cause principali della occlusione del colon e della demolizione ed assottigliamento delle pareti intestinali, questa condizione accompagna accumulo di tossine Una volta iniziata la terapia di disintossicazione le tossine usciranno dalle cellule, ed a questo punto i nutrienti potranno essere assimilati correttamente ed a livello cellulare inizia la ricostruzione, la rigenerazione, è possibile, solo se non si sia arrivati ad una situazione limite e di non ritorno. E' essenziale assumere bevande e liquidi che puliscano l'intestino crasso, il colon, fare bagni di vapore, esercizi respiratori profondi, per rimuovere le tossine dalla pelle e dai polmoni, assumere tisane per purificare i reni, ottima è la idro-colon terapia, o enteroclismi casalinghi al colon.

ALIMENTAZIONE E PSORIASI esiste una relazione tra dieta e psoriasi
"Il cibo sia la tua migliore medicina, e la tua medicina sia il cibo" Ippocrate
"siamo mentalmente quello che pensiamo, fisicamente quello che mangiamo"
Nella cura della psoriasi l'alimentazione gioca un ruolo fondamentale. Assumere o evitare certi alimenti è essenziale, per avere dei miglioramenti è essenziale modificare il proprio stile alimentare, per un periodo sufficientemente lungo, in quanto occorre del tempo per depurarsi. E' di fondamentale importanza mantenere l'equilibrio acido-alcalino, per mantenere il proprio stato di salute è bene stare di più verso l'alcalinità. piuttosto che verso l'acidità. Occorre che il pH vada da 7,3 a 7,5, in questo modo avremo un sistema immunitario efficiente (giornalmente assumere 80% di cibi a reazione alcalina e 20% di cibi a reazione acida) in questo modo non solo migliora la psoriasi, ma anche le articolazioni diventano più flessibili e meno doloranti. Fegato, reni, pelle e polmoni sono i nostri maggiori emuntori, il fegato elimina le tossine solide attraverso gli intestini, se il fegato ha problemi questo compito viene svolto dalla pelle, mentre i reni eliminano le tossine liquide attraverso la vescica che elimina l'urea, i polmoni eliminano le tossine gassose ed intervengono quando i reni sono sotto accumulo, è chiaro che i polmoni non possono sostituire il lavoro dei reni, nè la pelle può sostituire il lavoro del fegato. Se ci sono accumuli tossici a livello renale i polmoni intervengono sotto forma di bronchiti, polmoniti, tubercolosi nel tentativo di disintossicare l'organismo. Lo stesso avviene quando il fegato non funziona adeguatamente nella eliminazione delle tossine della bile, interviene la pelle, e possiamo soffrire di irritazioni cutanee, di catarri a livello delle mucose, foruncoli, pustole. Avvelenare un'area porta all'avvelenamento di un'altra, purificando un'area si purificherà anche l'altra. Chi soffre di Psoriasi ha bisogno di purificare l'intero sistema. Seguire l'alimentazione sana è alla base del processo di guarigione dalla Psoriasi: è essenziale ! La persona affetta da psoriasi deve essere collaborativa per poter guarire. Per la Psoriasi è utile una dieta vegetariana, povera di proteine animali, ricca di frutta e verdura, priva di cibi raffinati, con pochi grassi e con un alto contenuto di fibre, mantenere equilibrio tra quantità e qualità. Da tenere presente che la persona affetta da Psoriasi, ha un eccesso di acidità e di tossiemia, quindi è fondamentale tenere il sangue verso l'alcalinità,

CIBI ALCALINI E PSORIASI:  I cibi a reazione alcalina sono la frutta, la verdura ed i loro succhi, RAPPORTI ALIMENTARI GIUSTI 80 % ALCALINO - 20% ACIDO. FIBRE Le fibre sono essenziali per il transito intestinale, come verdure : fagiolini, cavolfiore, carote, lattuga, sedano, verza; pectina: mele, agar, psillio, guar, estratto di malto, olio di oliva, assumere le fibre con abbondante acqua. (l'acqua è essenziale alla psoriasi).

SUPPLEMENTI A BASE DI ERBE ALCALINITA' E PSORIASI, i supplementi che aiutano l'alcalinità sono:
tutte le erbe che sono nella cura FG.
CON LA NOSTRA CURA ALLE ERBE ELIMINATE IL CORPO DALLE TOSSINE , CAUSA DELLA PSORIASI. LA NOSTRA CURA HA UNA EFFICACIA DEL 100%

Commenti

Post più popolari