PSORIASI . ALIMENTAZIONE E PULIZIA DEL CORPO

Dieta felice, vita felice

Cambiare la tua dieta non ha intenzione di curare la tua malattia psoriasica. Ma mangiare più sano può solo aiutare. 

Ecco i nostri migliori consigli sulla dieta, tutti in un unico luogo.

Le persone che vivono nella morsa della psoriasi spesso si sentono impotenti. Assumere il controllo della tua dieta è il modo più semplice per riprendere il controllo della tua vita e combattere contro la malattia. Ma può modificare la tua dieta come aiuto nel trattamento della psoriasi?
Non c'è una risposta definitiva a questa domanda. Gli scienziati dicono che al momento ci sono poche prove per sostenere l'idea che la dieta possa avere un impatto importante sulla malattia. Ma molte persone con psoriasi giurano di aver trovato sollievo cambiando ciò che mangiano. Eliminare il peso in eccesso e migliorare il colesterolo e lo zucchero nel sangue è importante, anche se questi cambiamenti fanno poco per la pelle o le articolazioni.
Il dottor Joel Gelfand, ricercatore della psoriasi dell'Università del Pennsylvania, supporta i pazienti che seguono una dieta salutare, ma afferma che le persone dovrebbero tenere informati i loro medici sui cambiamenti che stanno facendo e fare attenzione a non fare nulla che possa effettivamente causare danni. "Il rovescio della medaglia [di cambiare il modo in cui mangi] è il tempo, i costi e le energie per seguire una dieta che potresti non gradire e che non avrà benefici comprovati per la tua salute".
In generale, ci sono quattro approcci principali alla dieta:

Perdita di peso

Uno studio del 2014 pubblicato sul Journal of American Academy of Dermatology ha collegato l'obesità ad un aumentato rischio di malattia psoriasica. I ricercatori hanno scoperto che un più alto indice di massa corporea (BMI) è associato ad un rischio elevato di sviluppare psoriasi e artrite psoriasica, oltre a un aumento della gravità della malattia.
Il dott. Wilson Liao, coautore dello studio, ha affermato che l'obesità può fornire il nudge che scatena la psoriasi in persone che sono già predisposte. I ricercatori hanno anche scoperto che negli individui in sovrappeso, perdere peso può migliorare l'efficacia dei trattamenti. Le cellule grasse secernono citochine, che sono proteine ​​che possono scatenare l'infiammazione, ha spiegato Liao. "Quindi se perdi peso, potresti ridurre la benzina per il fuoco."
Uno studio dello stesso anno sul British Journal of Dermatology ha anche identificato un'associazione tra la perdita di peso e una riduzione della gravità della psoriasi. Questo studio si è concentrato su un "intervento dietetico" combinato con un trattamento sistemico, compreso l'esercizio, nel corso di 20 settimane.
"C'era una chiara correlazione tra la quantità di perdita di peso e il miglioramento della psoriasi", ha detto il Dr Luigi Naldi, autore principale dello studio BJD. "I pazienti che hanno perso più peso hanno avuto un miglioramento maggiore nella psoriasi", ha detto. Anche una piccola quantità di perdita di peso può avere un grande impatto sulla gravità della malattia, ha aggiunto.
Resta da esplorare l'impatto a lungo termine di un intervento dietetico sulla psoriasi. Ma i risultati di questo studio sottolineano l'importanza della perdita di peso come parte di un trattamento generale per la psoriasi e le sue condizioni di comorbilità nei pazienti in sovrappeso con psoriasi.

Altri incentivi

Oltre al miglioramento della gravità della psoriasi indicato da questi risultati, ci sono numerosi altri incentivi per i pazienti obesi con psoriasi a perdere peso. La psoriasi, specialmente se grave, è associata ad un aumentato rischio di morbilità e mortalità cardiovascolare. La perdita di peso migliora i fattori di rischio cardiovascolare (ad es. Ipertensione arteriosa, diabete e colesterolo alto). Inoltre, l'obesità può diminuire l'effetto terapeutico di alcuni farmaci.
"Sappiamo che il grasso è un tessuto infiammatorio, quindi mantenere un peso sano e ridurre il grasso corporeo generale può causare una riduzione dell'infiammazione sistemica", ha detto il dott. Nehal Mehta, cardiologo presso il National Institutes of Health che studia i disordini metabolici e infiammazione sistemica. "Pensiamo che questo possa, a sua volta, aiutare con il miglioramento dei sintomi della psoriasi e dell'artrite psoriasica".
"Tutti dobbiamo mangiare durante il giorno", ha detto il dott. Liao. "Se c'è un modo per trasformare quel requisito in un beneficio per la nostra salute e per la psoriasi, allora perché no?"

Iniziamo

Per aiutare a identificare ciò che è un peso sano per te, calcola il tuo indice di massa corporea (BMI). Puoi usare questo calcolatore dal Centers for Disease Control and Prevention.
Per perdere peso, è necessario bruciare più calorie di quelle che si consumano. Una sterlina equivale a 3.500 calorie. Se tagliati 500 al giorno dalla tua dieta, perderai una sterlina a settimana. Le persone che perdono peso lentamente, da 1 a 2 sterline a settimana, hanno più successo nel mantenere il peso fuori. Bruci anche calorie aggiuntive se aumenti la tua attività fisica.
Il piano di perdita di peso dovrebbe fare tutto quanto segue:
  • Enfatizzare frutta, verdura, cereali integrali e latticini senza grassi o magri.
  • Includere carni magre, pollame, pesce, fagioli, uova e noci.
  • Contenere alimenti a basso contenuto di grassi saturi, evitare i grassi trans e limitare il colesterolo e il sale (sodio).
  • Evitare zuccheri raffinati e cibi lavorati.
Alcuni consigli per aiutarti a perdere peso:
  • Tieni un diario alimentare. Annotare tutto ciò che mangi è fondamentale! Notare come ti senti quando mangi ti aiuterà a identificare i trigger emotivi che potrebbero farti mangiare troppo. I mangiatori emotivi tendono a mangiare troppo.
  • Mangia quando sei veramente affamato piuttosto che quando sei stanco, ansioso o stressato.
  • Mangia lentamente. Se mangi troppo in fretta, mangi più del necessario per soddisfare la tua fame. Il tuo cervello ha bisogno di tempo per recuperare lo stomaco.
  • Pianifica i tuoi pasti in anticipo in modo da fare scelte salutari. Quando mangi fuori, controlla il menu online e decidi cosa ordinerai prima di sederti. Chiedete medicazioni sul lato. Optare per cibi che sono al forno, alla griglia o al vapore contro fritto o nuotare in salse cremose. Evita patatine e cestini di pane: aggiungono calorie inutili.
  • Rimani idratato. Le persone spesso confondono la sete di fame.
  • Fare colazione. Se salti questo pasto, starai morendo di fame per ora di pranzo. Avrai più difficoltà a fare scelte salutari per tutto il giorno.
  • Trova le risorse per aiutarti a tenere traccia delle tue scelte alimentari e dei valori nutrizionali e che possono offrire ulteriore supporto quando ne hai bisogno. Prova CalorieKing.com e MyFitnessPal.com , che offrono un database ricercabile di alimenti con valori nutrizionali.
  • Prima di iniziare, consulta il tuo medico
  • Cuore sano
  • La psoriasi è una malattia infiammatoria, la stessa delle malattie cardiache. Ridurre l'infiammazione e migliorare la salute del cuore sono importanti per le persone con psoriasi. Ecco alcuni consigli per mangiare sano per il cuore:
  • Mangia pesce almeno due volte a settimana. I pesci di acqua fredda (come tonno albacore, sgombro, salmone, aringa e trota di lago) contengono acidi grassi omega-3 che possono aiutare a ridurre il rischio di malattia coronarica.
  • Scegli carni magre e pollame senza pelle. Prepararli senza aggiungere grassi saturi o grassi trans. La cottura e la cottura alla griglia sono modi salutari per preparare carni magre e pollame.
  • Utilizzare prodotti lattiero-caseari senza grassi, 1% di grassi e a basso contenuto di grassi.
  • Limitare i cibi contenenti oli vegetali parzialmente idrogenati. Contengono grassi trans.
  • Spara per meno di 1.500 milligrammi di sodio al giorno. Leggi le etichette degli alimenti per vedere quanto sodio stai consumando.
  • Limitare l'alcol. Se hai una grave psoriasi, potresti trarre beneficio dall'eliminazione completa dell'alcol. Se avete intenzione di bere qualcosa, le raccomandazioni sono: le donne non più di un drink al giorno, gli uomini non più di due.
  • Tieni d'occhio le dimensioni delle porzioni. Considera di pesare e misurare il tuo cibo finché non ti abitui alle dimensioni appropriate.
  • Limita la quantità di alimenti trasformati e fast food che mangi.
  • Per maggiori raccomandazioni su dieta e stile di vita, visita l' American Heart Association e i Centers for Disease Control and Prevention .
  • Antinfiammatorio
  • La psoriasi è una malattia infiammatoria. Molte persone hanno beneficiato di seguire una dieta anti-infiammatoria per aiutare a ridurre i loro sintomi.
  • "La risposta a qualsiasi intervento medico varierà in base alle circostanze individuali, alla conformità alle raccomandazioni e alla genetica", ha affermato il Dr. Andrew Weil, che dirige il Centro di Medicina Integrativa presso l'Università dell'Arizona ed è autore di numerosi best-seller libri su dieta e salute. "Tuttavia, secondo la mia esperienza, la maggior parte delle persone risponde bene alle modifiche della dieta e dello stile di vita volte a controllare l'infiammazione cronica".
  • Gli alimenti da evitare perché hanno dimostrato di causare o aumentare l'infiammazione:
  • Carni rosse grasse
  • Latticini
  • Alimenti trasformati
  • Zuccheri raffinati
  • Verdure Nightshade, tra cui patate, pomodori e peperoni
  • Alimenti da includere nella dieta che hanno dimostrato di ridurre l'infiammazione:
  • Pesce d'acqua fredda (vedi sopra la dieta sana per il cuore ).
  • Semi di lino, olio d'oliva, semi di zucca e noci. Queste sono fonti vegetali di acidi grassi omega-3.
  • Frutta e verdura fresca colorata. Scegli cibi dai colori dell'arcobaleno.
  • Esempi nutrienti sono:
  • Carote
  • Zucchine e patate dolci
  • Spinaci
  • Cavolo e broccoli
  • mirtilli
  • manghi
  • Fragole e fichi


Vitamine e integratori

Gli studi non hanno mostrato un legame diretto tra vitamine e integratori alimentari e malattia psoriasica. Eppure molte persone con psoriasi e artrite psoriasica scoprono che l'inclusione di vitamine e integratori nella loro dieta aiuta a ripulire la pelle e può alleviare il dolore alle articolazioni.
Gli integratori alimentari possono essere estratti o concentrati e possono presentarsi in molte forme, come compresse, capsule, softgel, capsule in gel, liquidi o polveri.
Gli acidi grassi omega-3 hanno dimostrato di ridurre l'infiammazione e la psoriasi è una malattia infiammatoria. Anche gli acidi grassi omega-3 sembrano avere un impatto positivo sul sistema immunitario del corpo.
Esistono tre tipi di acidi grassi omega-3:
  • Acido alfa-linolenico
  • Acido eicosapentaenoico (EPA)
  • Acido docosaesaenoico (DHA)
L'acido alfa-linolenico si trova in alcuni oli vegetali, noci, semi e alimenti a base di soia. EPA e DHA si trovano nei pesci grassi e nelle alghe. L'olio di pesce è anche disponibile in forma di capsule come supplemento. Alcuni individui con psoriasi mostrano una carenza di acidi grassi omega-3 e aumenti degli acidi grassi omega-6, che tendono ad aumentare l'infiammazione.
La ricerca se gli integratori di acidi grassi omega-3 possono aiutare a ridurre la gravità della psoriasi è mista. Sono necessari ulteriori studi clinici a lungo termine.
L'olio di pesce può assottigliare il sangue, quindi consultare il medico prima di iniziare a prenderlo e soprattutto se sta assumendo Coumadin (warfarin) o altri fluidificanti del sangue.
Gli unguenti topici della vitamina D sono stati usati e usati per trattare la psoriasi per qualche tempo. La vitamina D è il principale ingrediente attivo di due farmaci da prescrizione - Vectical e Dovonex - che vengono applicati sulla pelle. La psoriasi aumenta la crescita delle cellule della pelle. La vitamina D può cambiare il modo in cui le cellule crescono e può rallentare la loro crescita.
La ricerca se la vitamina D può aiutare ad alleviare i sintomi della psoriasi è piccola e limitata. Un rapporto pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine del maggio 2011 ha scoperto che la vitamina D aiuta a contrastare la risposta del corpo alla psoriasi associata all'infiammazione.
Troppa vitamina D può essere pericolosa. Il dott. Wilson Liao, coautore dello studio del 2014 sulla dieta e la psoriasi apparso sul Journal of American Academy of Dermatology , ha avvertito che la vitamina D può anche causare seri effetti collaterali aumentando il livello di calcio nel sangue. "A volte questo può portare a cose come calcoli renali e forse anche gotta", ha detto.
Prima di aggiungere la vitamina D al tuo regime di psoriasi, parli con il medico. La fonte più sicura di vitamina D è il cibo:
  • olio di fegato di merluzzo
  • Salmone (sockeye)
  • Sgombro
  • Tonno in scatola in acqua
  • Latte, non grasso, a ridotto contenuto di grassi e intero, arricchito con vitamina D
  • Succo d'arancia fortificato con vitamina D
  • Lo yogurt fortificato con il 20% del valore giornaliero di vitamina D
  • Le uova, la vitamina D si trovano nel tuorlo d'uovo
  • formaggio svizzero
  • Cereali fortificati
È inoltre possibile ottenere la vitamina D da 10 minuti di esposizione a mezzogiorno al sole. (L'esposizione prolungata al sole è stata collegata all'invecchiamento della pelle e al cancro della pelle e non è raccomandato!)
Un semplice esame del sangue può dirti se sei carente di vitamina D.
Glucosamina e condroitina sono integratori alimentari da banco che possono essere assunti singolarmente o insieme. Si trovano naturalmente dentro e intorno alle cellule della cartilagine nel corpo.
  • La glucosamina può aiutare nella formazione e riparazione della cartilagine e possibilmente inibire l'infiammazione.
  • La condroitina può favorire l'elasticità della cartilagine e inibire la rottura della cartilagine.
Un crescente corpo di ricerca mostra che questi integratori possono rallentare la progressione e ridurre il dolore dell'osteoartrite, una malattia degenerativa caratterizzata dal deterioramento della cartilagine delle articolazioni. Tuttavia, l'artrite psoriasica e l'artrosi sono diverse forme di artrite e hanno sintomi diversi. Nessuno studio ha trovato che i supplementi di glucosamina e / o condroitina riducano efficacemente i sintomi dell'artrite psoriasica.
La glucosamina contiene sostanze estratte da tessuti animali come gamberetti, gusci di astice e cartilagine di squalo. Le persone che sono allergiche ai crostacei dovrebbero evitare la glucosamina. Inoltre, i bambini e le donne che sono incinte o stanno pianificando una gravidanza non devono assumere questi supplementi. La glucosamina ha dimostrato di aumentare i livelli di zucchero nel sangue in alcune persone con diabete. Se hai il diabete, parla con il tuo medico prima di assumere integratori di glucosamina.
Il metilsulfonilmetano (MSM) è un composto organico contenente zolfo presente in piante, frutta e verdura. Tuttavia, viene distrutto quando il cibo viene elaborato. Il corpo ha bisogno di zolfo per mantenere il tessuto connettivo sano.
È possibile acquistare MSM come integratore alimentare. Tuttavia, ci sono poche prove scientifiche che allevia il dolore alle articolazioni o ha benefici anti-infiammatori. Uno studio del 2006 condotto da ricercatori del Southwest College Research Institute di Tempe, in Arizona, ha rilevato che l'MSM ha migliorato i sintomi del dolore e della funzionalità fisica nei pazienti con artrosi del ginocchio senza gravi eventi avversi. Sono necessarie ulteriori ricerche
I ricercatori non hanno trovato prove significative del fatto che il selenio o la vitamina B12 migliorino le condizioni di psoriasi.

La linea di fondo su vitamine e integratori

Cose da tenere a mente sull'utilizzo di integratori alimentari per trattare la psoriasi e l'artrite psoriasica:
  • Informi il medico prima di assumere qualsiasi integratore di OTC. Ogni sostanza ha il potenziale per interagire con altri farmaci e trattamenti.
  • I supplementi non dovrebbero mai sostituire i farmaci prescritti dal medico.
  • La Food and Drug Administration statunitense non regolamenta la produzione di integratori alimentari. Purezza, qualità, resistenza e composizione possono variare ampiamente tra le diverse marche.
  • In caso di assunzione di integratori e di effetti collaterali, interrompere l'assunzione e informare il medico!

Senza glutine

Molte persone con psoriasi e / o artrite psoriasica che sono alla ricerca di trattamenti che non comportano farmaci sono interessati alle diete prive di glutine. Si chiedono se queste diete miglioreranno le loro condizioni.
Molti studi hanno valutato i benefici di una dieta priva di glutine per la psoriasi. Il legame tra psoriasi e glutine (una proteina complessa che si trova nel grano, nell'orzo e nella segale e in molti alimenti lavorati, dalle carni per il pranzo ai condimenti per insalata) non è ben compresa, ma una nuova ricerca stima che fino al 25 per cento delle persone che soffrono di psoriasi anche essere sensibili al glutine. La celiachia è causata da un'intolleranza al glutine. Una dieta priva di glutine è l'unico trattamento noto per la celiachia.
Numerosi studi suggeriscono che la psoriasi e la celiachia condividono percorsi genetici e infiammatori comuni. La ricerca suggerisce inoltre che avere la psoriasi circa raddoppia le probabilità di essere diagnosticato con la malattia celiaca.
Non ci sono prove pubblicate che seguire una dieta priva di glutine possa migliorare la psoriasi in persone che non soffrono di celiachia, ma ci sono prove aneddotiche da parte di persone che hanno provato la dieta priva di glutine e giustamente.
Se sospetti di avere una celiachia o di non tollerare il glutine, potresti essere tentato di eliminare il glutine dalla tua dieta da solo. Ma gli esperti consigliano di pianificare prima un esame del sangue per verificare l'allergia. Parlate con il vostro medico e / o un dietista registrato su come iniziare un regime senza glutine.
Se si elimina più di un alimento alla volta, ad esempio, può essere difficile sapere quali alimenti o quali alimenti fossero effettivamente il problema. Potrebbero essere necessari fino a 90 giorni affinché l'infiammazione diminuisca. Un dietologo può aiutarti a creare un elenco di alimenti senza glutine per assicurarti di ottenere i nutrienti di cui il tuo corpo ha bisogno.
È anche possibile che il glutine non contribuisca ai sintomi, ma che un altro alimento come latte, zucchero, mais o soia possa essere.

Le sfide di una dieta priva di glutine

Seguire una dieta priva di glutine richiede di essere istruiti su tutte le fonti nascoste di glutine e di educare tutti coloro con cui vivi. Per evitare tutto il glutine, è necessario leggere attentamente le etichette. Devi evitare non solo il grano ma i suoi derivati: durum, graham, kamut, semola e farro. Lo stesso vale per i derivati ​​dell'orzo: aroma di malto e aceto di malto, nonché segale, MSG e salsa di soia.
Leggi le etichette regolarmente. I produttori cambiano gli ingredienti senza preavviso.
Solo perché un alimento è etichettato senza frumento non significa che sia senza glutine. E solo perché un alimento è etichettato senza glutine non significa che sia privo di calorie. Alcuni produttori aggiungono zucchero, grassi saturi e conservanti alle loro offerte prive di glutine per renderli più gustosi e aggiungono calorie.
Puoi ancora mangiare una dieta equilibrata quando stai cercando di evitare il glutine. Le diete prive di glutine consentono di mangiare frutta e verdura fresca. Manzo, pollo, pesce, agnello, maiale e latticini sono naturalmente privi di glutine. (Ma attenzione agli additivi.)
Per qualcuno con psoriasi che non ha anche la celiachia e non è allergico al glutine, rinunciare al glutine potrebbe non essere una buona idea. Seguire una dieta priva di glutine è un impegno importante. Può essere difficile mantenere una dieta equilibrata eliminando i molti cibi che contengono glutine. Non è un passo che dovresti prendere inutilmente.

La linea di fondo sul glutine

Eliminare il glutine dalla vostra dieta può aiutare a ridurre i sintomi della psoriasi e ad eliminare i problemi digestivi, ma è probabilmente utile se il glutine è un problema alimentare per voi in primo luogo.
La Celiac Disease Foundation fornisce un elenco di alimenti da mangiare e quelli da evitare con una dieta priva di glutine, può essere utile fare riferimento quando si pianificano i pasti.


Commenti

Post più popolari